Calarsi nei panni di un altro. Vivere la sua vita per un giorno. Magari due. Ci avete mai pensato? Quante sono le storie che si possono raccontare? Quante le vite possibili? I mondi immaginabili.

Come sempre vi propongo un gioco. Pensate, per un attimo, di poter diventare chiunque vogliate. Non c’è limite di spazio e tempo. Potete viaggiare avanti e indietro. Scegliere di sperimentare il male o il bene. Riscoprirvi più coraggiosi di quanto non siate in realtà o magari più ricchi. Ma potreste anche fare una scelta controtendenza e decidere di provare l’estrema povertà. La guerra. La fame. L’emarginazione.

Potreste perfino cambiare sesso e età.

Un esercizio che, detto così, sembra difficile. Abbiamo bisogno di una buona dose di fantasia e di grande capacità di concentrazione. Molta concentrazione. Insomma dobbiamo saperci immedesimare contemporaneamente in una caratterizzazione, in un personaggio e in un ambiente tutto da costruire con il solo aiuto della nostra immaginazione.

Ora vi chiedo un altro poco di tempo e vi propongo un gioco diverso e sicuramente più facile.

Accendete la vostra tv, andate sull’on demand e selezionate un classico del cinema come Ombre rosse. Ringo, il fuorilegge evaso che cerca vendetta, vi cattura e vi fa vivere tutte le sue emozioni.
Oppure, se lo preferite, selezionate Irréversible e sarete colti da una violenza devastante che vi farà venire la nausea immedesimandovi in Alex.
Ma potete anche scegliere di vivere le profonde emozioni di Lia, donna omosessuale alle prese con la sua famiglia in Rara. O ancora di calarvi in un’avventura fantastica pensando di essere Spider-Man. Non ci sono limiti. Potete scegliere tra migliaia di personaggi. In infiniti tempi e spazi ed essere quindi colti da una gamma inimmaginabile di emozioni.

Un attore fa proprio questo, si cala nella vita di qualcuno e poco importa che il personaggio sia ispirato a una storia vera o frutto della brillante fantasia di un prode sceneggiatore, perché un bravo attore diventa quella persona: carne, ossa e anima.

E se lui o lei offrono con sincerità tutta la loro sapiete dote attoriale al film, voi sarete in grado di vivere sulla vostra pelle tutte le emozioni di quella storia. Tu sarai lui per ben 90 minuti. Uno è uno, voi soli nel turbine della storia.

Puoi scegliere di essere uno, nessuno o centomila, perché il cinema è fatto di polvere di stelle!

E se girate cinemany sottosopra un po’ di quella polvere potrebbe restarvi nel cuore per sempre.

» leggi articolo completo su cinemany 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here